“Ieri, Oggi, Umani” è un titolo molto bello, soprattutto in tempi come questi in cui ci sarebbe davvero bisogno di un nuovo umanesimo. Ci accontentiamo volentieri per ora del tema della settima edizione di “Libri in Nizza”, un festival che è riuscito ad andare oltre il “semplice” salone del libro, proponendo un luogo dove lettori e autori si incontrano. Dritti allora al Foro Boario di piazza Garibaldi, nel weekend di sabato 10 e domenica 11, dove si potranno incontrare e ascoltare autori come Andrea Scanzi, Dori Ghezzi, Andrea Frediani e Davide Toffolo, fumettista, scrittore e front man della band “Tre allegri ragazzi morti”. Per un viaggio letterario che non solcherà soltanto il tempo, ma racconterà l’essere umano, come ci dice l’assessore alla cultura di Nizza, Ausilia Quaglia.

Il primo appuntamento sarà sabato 10 novembre alle ore 11, con l’incontro “Libri DiVersi” A dialogare saranno tre scrittrici, Ilaria Scarioni, Francesca Gerbi e Tiziana Gay; autori che hanno raccontato nei loro testi la disabilità. Nel pomeriggio dalle 15, sarà il turno di Marco Balzano con il suo nuovo romanzo per Einaudi “Resto qui” e “Nella vita degli altri”, esordio letterario del giovanissimo cantante Michele Bravi per Mondadori. Concluderà il pomeriggio il giornalista e presentatore Andrea Scanzi, protagonista di un “viaggio sentimentale nell’Italia che resiste” con il suo “Con i piedi ben piantati sulle nuvole”, edito da Rizzoli.

Domenica si parlerà di divulgazione scientifica, a partire dalle ore 11, con due talk per altrettanti volumi, in dialogo con il fisico e docente Dario Menasce. Si tratta di Renato Bruni con “Mirabilia – la botanica nascosta nell’arte”, Codice Edizioni, e Adrian Fartade, “A piedi nudi su Marte – viaggio nel sistema solare interno”, Rizzoli. Ultima parte del festival domenica dalle 15 con Paola Barbato autrice di “Io so chi sei”. Segue l’autore bestseller, Andrea Frediani, autore di “Il Cospiratore. La congiura di Catilina”, appena uscito per Newton Compton. Poi sarà il momenti di Davide Toffolo padre di “Il cammino della Cumbia”, Oblomov. La conclusione sarà affidata a Dori Ghezzi, Francesca Serafini e Giordano Meacci che presenteranno “Lui, io, noi”, Einaudi. Fabrizio De André, uno dei più grandi cantautori italiani, per la prima volta raccontato dalla donna che gli è stata accanto fin dal 1974 e dagli sceneggiatori del film biografico “Principe libero”.